Che cosa è l’agopuntura e a chi è utile?

Che cosa è l’agopuntura e a chi è utile?

Sicuramente hai sentito parlare di agopuntura e sai che è una disciplina legata al mondo orientale, (noi ne abbiamo già parlato qui per esempio) ma sei sempre stato curioso di capire quali siano i suoi campi di applicazione. Ebbene, questo articolo ti aiuterà a chiarire questi dubbi, ti consiglio di leggere oltre con noi!

Le antichissime origini dell’agopuntura

L’agopuntura è una metodica terapeutica olistica che ha come obiettivo quello di ripristinare il benessere del corpo e della mente attraverso la stimolazione di alcuni punti del corpo tramite sottilissimi aghi, la cui puntura è impercettibile, secondo i dettami della medicina tradizionale cinese.
Secondo questa medicina tutto è energia, e questa scorre attraverso delle vie preferenziali nel corpo, i cosiddetti “meridiani di agopuntura”, che connettono la superficie esterna del corpo con gli organi interni. Stimolare questi punti permette di facilitare il flusso di energia e quindi di ripristinare l’equilibrio.
Questo metodo ha origini molto antiche, risalenti a più di diecimila anni fa. La dottrina dell’agopuntura è stata introdotta in Occidente grazie ai gesuiti nel 1600 e all’impegno di un diplomatico francese, G. Sulier de Morant. Fu però durante il governo di Mao Tse Tung che questa dottrina venne ufficializzata ed il suo uso consentito anche in ospedale. A partire dagli anni Cinquanta anche la ricerca scientifica occidentale ha iniziato ad indagare sui meccanismi di azione dell’agopuntura, riconoscendone in molti lavori i meccanismi di efficacia.

A chi può essere utile l’agopuntura?

Sono molte le problematiche per le quali l’agopuntura può essere di aiuto.
A seguito di numerosi studi sperimentali effettuati a livello mondiale nel 1979 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il dipartimento che si interessa della sanità per conto dell’ONU e fornisce indicazioni ai governi mondiali in tema di salute, ha dichiarato che l’Agopuntura è clinicamente utile per le seguenti patologie:

Malattie psichiatriche: ansia, depressione, panico, insonnia;
Malattie dell’apparato osteoarticolare: artrosi, artrite, tendinite, nevriti intercostali, sindrome cervicobrachiale, spalla dolorosa, epicondilite, sciatalgia, sindrome del tunnel carpale, lombalgia e osteoartriti;
Malattie ostetrico-ginecologiche: amenorrea, dolori mestruali, ciclo irregolare, leucorrea, sterilità, cistiti, vaginiti, vomito gravidico, malposizione fetale, caldane, ipogalattia;
Malattie del sistema nervoso: cefalea, emicrania, nevralgia del trigemino, paralisi del faciale in fase iniziale, malattie dei nervi periferici;
Malattie dell’apparato respiratorio: sindrome da raffreddamento, rinite, tonsillite acuta, bronchite, asma bronchiale, tosse cronica, allergia, sinusite;
Malattie gastroenterologiche: singhiozzo, gastriti acute e croniche, ulcera duodenale cronica e acuta, colon irritabile, stipsi, diarrea, emorroidi; Malattie cardiovascolari: aritmie, palpitazioni.

In medicina tradizionale cinese il campo di utilizzazione dell’agopuntura è molto più vasto, e nei prossimi anni certamente questo elenco sarà esteso a molte altre patologie via via che la ricerca scientifica aggiungerà dimostrazioni della sua efficacia.

Un importante ruolo dell’agopuntura è quello di supporto nella medicina preventiva e nella stimolazione di funzioni fisiologiche. Un esempio può essere costituito dall’uso dell’agopuntura per combattere la dipendenza dal fumo di sigaretta.

Leave a Reply

Your email address will not be published.