Quando e perché può essere utile portare un bambino dall’osteopata?

Quando e perché può essere utile portare un bambino dall’osteopata?

Qualche mamma di tua conoscenza ha portato il suo bimbo dall’Osteopata: se vuoi conoscere per quali disturbi è utile l’Osteopatia per bambini, prosegui a leggere perché troverai le tue risposte in questo articolo.

Perché l’Osteopata

L’Osteopatia è un approccio sicuro e naturale per la salvaguardia della salute per tutti gli stadi della vita. Sono sempre più richiesti i trattamenti di osteopatia per bambini, per riequilibrare le disfunzioni che si possono determinare nella vita in utero oppure durante il parto.

La pratica dell’osteopatia coinvolge l’applicazione attenta e specifica di uno sviluppatissimo senso del tocco sia per la diagnosi che per il trattamento di disfunzioni che si possono verificare a carico di qualsiasi sistema fisiologico del corpo. Tutto questo, combinato con una conoscenza dettagliata dell’anatomia umana, della fisiologia e dei processi patologici, oltre ad una profonda conoscenza dei metodi clinici classici e tradizionali, permette all’osteopata di trattare i pazienti, anche bambini, promuovendo i meccanismi di autoguarigione del corpo.

 

È utile anche durante i primissimi mesi di vita del bambino?

I piccolissimi movimenti presenti nel cranio del neonato permettono alla testa del bambino di adattarsi perfettamente agli sforzi delle doglie. Comunque, quando il parto diventa più complicato, cioè eccessivamente lento o troppo veloce, oppure quando subentrano altre complicazioni tipo la necessità del forcipe, la testa del neonato potrebbe non recuperare completamente la distorsione.

Questo potrebbe risultare in sottili differenze di funzionalità di questo genere:

  • Problemi di nutrimento e di suzione
  • Coliche e reflusso
  • Sonno agitato

Il trattamento osteopatico abile e dolce fatto da un osteopata con esperienza con i bambini può spesso apportare un miglioramento significativo in queste situazioni, e sta diventando la soluzione sempre più scelta per condizioni causate da parti difficili oppure traumatici.

 

Osteopatia per bambini: quali disturbi possono essere curati in questa fase?

 

Man mano che i bambini crescono, potrebbero evidenziarsi dei problemi legati alla gravidanza o al parto. Sono molte le situazioni che si giovano delle cure dell’osteopata, ne elenchiamo alcune:

  • Otite (per maggiori dettagli consulta questo nostro articolo)
  • Problemi respiratori
  • Problemi dentali e di occlusione
  • Coliche e disturbi digestivi

 

In particolare le disunioni del cranio possono avere molte implicazioni come ritardo o anomalie dello sviluppo, ritardo nel linguaggio, difficoltà educazionali e i problemi con la coordinazione e lo sviluppo fisico che non hanno alcuna specifica diagnosi medica.

Questi bambini spesso migliorano più rapidamente una volta iniziato il trattamento osteopatico.

 

L’osteopatia per gli adolescenti: una fase delicata

 

Man mano che i piccoli crescono, la struttura del loro corpo subisce tanti cambiamenti.

L’Osteopata è formato per seguire i cambiamenti fisiologici ed ha le competenze per verificare e supportare quando necessario uno sviluppo armonioso e riequilibrare i continui adattamenti posturali.

Se queste anomalie dello sviluppo non vengono rilevate e trattate precocemente potrebbero creare dei problemi più tardi nel corso della vita.

Analizzando, trattando, e gestendo i problemi collegati alla crescita, gli osteopati danno un contributo importantissimo nell’assicurarsi che i giovani crescano e rimangano in buona salute.

Gli adolescenti praticano molti sport ed attività ricreative con una particolare esposizione a traumi e disfunzioni.

Anche in questo caso l’Osteopata è un punto di riferimento per seguire in modo naturale e non aggressivo lo sviluppo della vita dei nostri figli dalla nascita alla vita adulta.

 

La visita dall’osteopata: qualche dettaglio da sapere

 

Quando portate il vostro bambino dall’osteopata per la prima volta, nella prima visita vi farà domande approfondite su gravidanza, parto, prime tappe dello sviluppo, abitudini, attività fisica e sportiva e tutto ciò che serve per avere un quadro completo della situazione.

Solitamente verrà chiesto al bambino di togliere alcuni indumenti per osservare con cura la postura, eventuali asimmetrie, dopo di che effettuerà semplici test di mobilità attiva e passiva.

L’osteopata ispezionerà con una manualità attenta e delicata una palpazione, per identificare punti deboli o di eccessiva tensione lungo tutto il corpo.

L’Osteopata prenderà poi visione di eventuali accertamenti come radiografie oppure esami del sangue. Questo permetterà una diagnosi osteopatica più accurata e di formulare il piano di trattamento, quando necessario, più adatto per il vostro bambino.

L’osteopatia si rivolge alla persona, e questo significa che il trattamento è mirato a  vostro figlio come individuo.